I 10 quadri da non perdere alla National Gallery

botticelli

Una guida rapida della National  Gallery per chi ha poco tempo.

National GalleryLa National Gallery è una delle pinacoteche più importanti al mondo e se vi trovate a Londra dovreste includerla assolutamente nel vostro programma di visite. Personalmente non amo molto le lunghe visite a musei e pinacoteche, ma qui uno dei vantaggi è che l’ingresso alla National Gallery è  gratuito, per cui potete suddividere la vostra visita in più volte, invece che fare un’abbuffata di opere d’arte, che finireste per apprezzare di meno. Un altro problema che trovo sempre quando entro in un museo nuovo è che non so mai esattamente come orientarmi, non faccio un elenco di cose da vedere e rischio così di perdermi le cose più interessanti, magari solo perchè ho iniziato il giro in modo casuale. Per evitarvi lo stesso errore ho pensato allora di fare questo piccolo elenco dei 10 quadri da non perdere. Naturalmente non si tratta di una classifica, ma semplicemente di un elenco di opere veramente importanti custodite in questa fantastica galleria. E’ inevitabile che anche i gusti personali siano entrati un po’ in gioco, per quanto abbia cercato di essere imparziale.

Se avete un periodo artistico che preferite rispetto ad altri, allora potete limitare la visita alle sale che lo riguardano. Infatti la National Gallery è suddivisa  in quattro gruppi di sale, in base al periodo: dipinti dal 1250 al 1500 (area blu, nella Sainsbury Wing, dal 1500 al 1600 (area viola), dal 1600 al 1700 (area gialla)  e del periodo dal 1700 all’inizio del 1900 (area verde). Quest’ultimo gruppo di sale è il mio preferito, perchè comprende il periodo degli Impressionisti. In queste sale potete ammirare famosissimi dipinti di Monet, Van Gogh, Degas, Cézannes, ma anche interessanti opere di periodi precedenti, fra cui il Canaletto o i pittori inglesi Turner e Constable.

floor plan national gallery

Nelle sale del XVII secolo potete trovare opere di Rubens, Rembrandt e Caravaggio; in quelle del XVI secolo trovate lavori di Tiziano e Michelangelo, e nelle sale delle opere più antiche vi sono capolavori di Leonardo, Botticelli, Mantegna,ecc.

Se avete poco tempo e volete vedere soltanto le opere più importanti, ho preparato per voi un itinerario facile che vi consentirà di trovare con facilità i dipinti più famosi esposti nella National Gallery.

Cominciamo il nostro giro:

Area Verde: dal 1700 all’inizio del 1900

Van Gogh – Girasoli (1888)

van gogh sunflowers

 

Appena entrati dalla porta principale, quella sotto le colonne, procedete diritti verso l’atrio e salite sulla scalinata di destra. Passando dalla sala 46 (dove troviamo alcuni dipinti di Degas), entriamo nella sala 45: qui troviamo vari lavori di Cézanne, ma l’attrazione maggiore sono i girasoli di Van Gogh. Non è l’unica opera di Van Gogh in esposizione, ma è probabilmente una delle più  note.

Seurat – I bagnanti ad Asnières (1884)

Seurat - bathers at Asniéres

 

Proseguendo nella sala 44 una parete è dominata dal grande quadro di Seurat

Monet – Bathers at La Grenouillère (1869)

Bathers at La Grenouillère

 

Nella sala 43 troviamo diverse opere di Monet degne di nota. Questa, insieme alle Ninfee, è sicuramente una delle più belle

Turner – The Fighting Temeraire (1839)

Superando le due piccole sale 42 e 41 ci troviamo nella sala 34. Qui troviamo uno dei capolavori di Turner.

turner - the fighting Temeraire

 

constable - the hay wainFra gli altri quadri famosi di questa sala , va ricordato anche The Hay Wain di Constable.

 

stubbs-whistlejacketOltre ai lavori di Turner e Constable, la sala contiene anche numerose opere di vari pittori inglesi della seconda metà del XVIII secolo. Impossibile poi non notare la gigantesca opera di Stubbs Whistlejacket(1762).

 

 

 

 

 

Canaletto – Il Cortile dello Scalpellino (1727-28)

canaletto - stonemason's yard

 

Dalla sala 34 passiamo a sinistra attraverso le sale 35 e 36, ed arriviamo nella sala 38, che ospita numerosi capolavori del Canaletto. Oltre alle splendide vedute di Venezia, troviamo questo Cortile dello Scalpellino, considerata una delle sue opere migliori.

Area Gialla: dal 1600 al 1700

Caravaggio – La cena di Emmaus (1601)

caravaggio - cena di emmaus

Ritorniamo nella sala 36 e giriamo a sinistra nella sala 37 e oltre a questa nella sala 32. Qui troviamo diverse opere del Caravaggio e di altri pittori suoi contemporanei.

Rubens – Sansone e Dalila (1610 ca.)

rubens - samson and delilah

 

rubens-susanna lundenDalla sala 32 ci spostiamo nella sala 30 e poi nella sala 29. Qui possiamo ammirare vari dipinti di Rubens e Van Dyck. Oltre a questo Sansone e Dalila, nella stessa sala possiamo anche ammirare il Ritratto di Susanna Lunden, sempre di Rubens

 

 

Vermeer – Donna in piedi al virginale (1670)

Vermeer - A Young Woman standing at a Virginal

 

Dalla sala 29 ci spostiamo a destra nella sala 28 e proseguiamo nella sala 25, dove troviamo diversi dipinti di artisti olandesi. Le opere di Vermeer sono considerate tra le più importanti dell’epoca. Anche se il suo quadro più celebre, la ragazza con l’orecchino di perla, si trova al museo dell’Aia, questo ritratto di donna è comunque rappresentativo della tecnica del pittore olandese.

 

A questo punto possiamo concludere il nostro giro attraversando la sala24, la sala 18 e a sinistra la 15 per finire nella sala 9, dove inizia l’area Viola.

Da qui abbiamo due opzioni: andare a destra nella Sainsbury Wing, dove possiamo apprezzare le opere dal 1200 al 1500 (Raffaello, Botticelli, Leonardo, Van Eyck) oppure proseguire diritti verso la sale 8 (Michelangelo) e 2 (Tiziano), da dove sbucheremo sull’atrio concludendo il nostro giro.

Naturalmente nessuno ci impedisce di fare entrambe le cose: visitare prima la Sainsbury Wing e poi rientrare nella sala 9 per completare il giro ed uscire dall’ingresso principale.

Per facilitare la scelta, vi mostro qui sotto i dipinti da non perdere:

Sainsbury Wing:

 

Raffaello - Madonna of the pinks
Sala 60 Raffaello – La Madonna dei Garofani (1506)

 

botticelli
Sala 58 Botticelli – Venere e Marte (1485)

 

Sala 57 Leonardo da Vinci - Vergine delle Rocce
Sala 57 Leonardo da Vinci – Vergine delle Rocce (1500 ca.)

 

Sala 56 Van Eyck - Ritratto degli Arnolfini
Sala 56 Van Eyck – Ritratto degli Arnolfini (1434)

 

Area Viola: dal 1500 al 1600

Uscendo attraverso la Sala 8 possiamo la Deposizione di Cristo nel sepolcro di Michelangelo e infine, nella sala 2, diverse opere di Tiziano.

Tiziano - Bacco e Arianna (1520)
Tiziano – Bacco e Arianna (1520)
Michelangelo - Deposizione di Cristo nel Sepolcro
Michelangelo – Deposizione di Cristo nel Sepolcro (1500)

Abbiamo così completato il nostro giro. Attraversando le varie sale avrete sicuramente notato altri dipinti degni di nota e i più attenti si saranno accorti che ho indicato più di 10 quadri da non perdere…

Se volete aggiungere i vostri preferiti, fatelo pure nei commenti qui sotto. Saranno utili suggerimenti per chi vorrà visitare la National Gallery in futuro.

 

2 thoughts on “I 10 quadri da non perdere alla National Gallery

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *